La completa guida tecnica per il nastro adesivo

In questa guida completa sul nastro adesivo, condividiamo 30 anni di esperienza con te, ecco cosa troverai:

Continua a leggere per scoprire perché il nastro adesivo sta rapidamente sostituendo colle e elementi di fissaggio in tutti i tipi di settori come la produzione e l’edilizia, e come puoi usarlo oggi sul tuo progetto.

.

Cos’è il nastro adesivo?

Il nastro adesivo è costituito da un adesivo sensibile alla pressione rivestito su un materiale di supporto come carta, pellicola di plastica o tessuto.

Alcuni nastri hanno fodere di rilascio rimovibili che proteggono l’adesivo fino alla rimozione del rivestimento. Alcuni hanno strati di adesivi, primer, materiali a rilascio rapido, filamenti, stampa, ecc. Realizzati per funzioni specifiche.

I PSA non richiedono l’attivazione di acqua, solventi o calore per legarsi a materiali come carta, plastica, vetro, legno, cemento e metallo.

Gli adesivi sensibili alla pressione (PSA) sono appiccicosi a temperatura ambiente in forma asciutta e aderiscono saldamente a una varietà di superfici e richiedono solo l’applicazione di un dito o una mano. Tecnicamente parlando, questa è una pressione di legame di 14,5 – 29 psi = ^ 10 – 20 N / cm² o superiore.

I nastri su un lato consentono di incollare una superficie o unire due materiali adiacenti o sovrapposti. Il nastro biadesivo (adesivo su entrambi i lati) consente di unire due elementi uno contro l’altro.

.

La storia, in breve, del nastro adesivo

La capacità d’incollare non è iniziata con il nastro adesivo, ma con le api!

 I falegnami nell’antico Egitto utilizzavano colla a base di sostanze naturali e viscose come cera d’api e resina per tenere insieme i materiali.

Nei tempi moderni, prima del nastro adesivo, le colle svolgevano gran parte del lavoro “appiccicoso”.

Queste però presentavano gravi inconvenienti, soprattutto nell’uso domestico.

Disordine, tracce permanenti, lunghi tempi di asciugatura, e una finitura difficile hanno reso le colle tradizionali tutt’altro che ideali.

Fu solo nel 1925 che fu inventato il nastro adesivo, come lo conosciamo oggi.

Il nastro adesivo, era nato per risolvere un problema molto specifico: l’applicazione di vernici bicolore alle auto.

Prima del nastro adesivo, i negozi di auto adoperavano colla e carta. Staccare la carta ha rovinato innumerevoli lavori di verniciatura.

Richard Drew, un giovane assistente di ricerca, fu testimone di un lavoro così rovinato e delle imprecazioni furiose che ne seguirono.

Drew, che non aveva assolutamente esperienza negli adesivi, decise, apparentemente sul posto, di creare un adesivo che potesse essere rimosso dalla vernice asciutta senza staccarlo.

Due anni dopo, è nato il nastro per mascheratura.

Oggi, il nastro adesivo è disponibile in tutte le forme e dimensioni, con vari gradi di appiccicosità.

Sono più di 30 anni che Printape ha aiutato le persone a soddisfare le loro specifiche esigenze applicative con il giusto nastro adesivo.

In questi anni, abbiamo scoperto che la maggior parte delle persone ha le stesse lamentele e domande sul nastro.

Ecco quasi tutto ciò che devi sapere sul nastro adesivo come professionista del settore.

 

Come viene prodotto il nastro adesivo?

Potremmo stare qui ad annoiarti per dirti com’è fatto, ma questo video è molto più divertente.

Questo video è anche un ottimo esempio di come il nastro viene utilizzato nella giunzione. Ma questo è un altro argomento per un’altra volta.

 

Quali sono i vantaggi del nastro adesivo?

Gli adesivi tradizionali si trasformano essenzialmente da una forma liquida in una solida per aderire.

L’aspetto interessante dei nastri adesivi è che sono “abbastanza liquidi” per bagnare sufficientemente la superficie al contatto del nastro.

Di conseguenza, i nastri adesivi adesivi sono i mezzi ideali per il fissaggio e offrono i seguenti vantaggi significativi:

  • Oltre a garantire che la superficie sia pulita e asciutta, non è necessaria alcuna preparazione.
  • Rispetto al tentativo di fissare qualcosa con elementi di fissaggio come viti (che possono causare vari problemi a seconda della superficie a cui è necessario attaccare) l’adesione di qualcosa con nastro adesivo richiede solo alcuni secondi.
  • Non sono necessari strumenti speciali, oltre a qualcosa per tagliare il nastro (forbici o un distributore di nastro). Molti nastri possono anche essere strappati a mano. Rispetto a elementi di fissaggio come viti, questa è un’opzione di installazione molto più semplice.
  • Non è difficile da usare: non ci sono pennelli o strumenti di applicazione e non c’è surplus di adesivo o spreco di materiali.
  • Il nastro è estremamente economico rispetto ai sigillanti e offre un numero incredibile di usi per rotolo.
  • Il nastro può essere applicato come una fustella sull’esatta area necessaria, minimizzando ulteriormente gli scarti.
  • È uniforme nello spessore, dando un legame preciso.
  • È istantaneo, il che significa che non è necessario attendere l’essiccazione o la reazione chimica.
  • Il legame finito è privo di stress. Tutti gli altri adesivi creano stress nel giunto quando cambiano stato, che può potenzialmente indebolire il legame.
  • È disponibile in molte varietà diverse, alcune delle quali sono realizzate su misura per applicazioni molto specifiche.

 

Perché il nastro adesivo è meglio della colla

I nastri adesivi giusti possono garantire molti vantaggi rispetto ad un secchio di viti, a partire da un prezzo molto inferiore.

La versatilità del nastro adesivo lo rende un sostituto pratico per sostituire i dispositivi di fissaggio tradizionali.

Nel complesso, le cose più importanti che possono convincerti ad usare il nastro adesivo invece della colla è che: c’è meno confusione, lavoro e il nastro impiega meno tempo per portare a termine il lavoro.

 

Come scegliere il nastro adesivo giusto

Riceviamo molto spesso questa domanda: come possiamo effettivamente sapere che è il nastro giusto per l’applicazione e che durerà? E questo è assolutamente giusto.

Quasi tutti quelli che conosciamo hanno almeno una storia di insuccesso con il nastro adesivo, ma il nastro adesivo non è lo stesso di quello con cui sei cresciuto, o anche di quello che hai usato cinque anni fa.

Proprio come il cellulare in tasca è diventato più piccolo, più veloce e più intelligente, la tecnologia adesiva è diventata più forte e più versatile.

In un cantiere pieno di strumenti e attrezzature speciali, il nastro può sembrare onnipresente come un martello e chiodi. Nulla batte il nastro per versatilità, portabilità e facilità d’uso.

L’enorme volume di nastri adesivi  è così travolgente che è difficile sapere da dove cominciare.

Scrivici il tuo caso nella nostra pagina contatti e saremo lieti di darti tutte le informazioni di cui hai bisogno => come scegliere il nastro adesivo.

 

Quali condizioni fanno fallire il nastro adesivo?

Quando si tratta di nastro adesivo, potresti pensare di non poter credere a tutto ciò che leggi.

Il foglio delle specifiche di un nastro può indicare che le sue proprietà adesive siano buone, ma quando lo utilizzi, l’effetto risultante è scarso.

Ovviamente, quando ciò accade, il nastro tende ad avere la colpa, ma non è sempre così.

Potrebbero essere le condizioni circostanti o persino la superficie a cui si sta tentando di attaccare il nastro a rendere nullo l’effetto.

Considera attentamente ogni condizione che potrebbe influire sul nastro.

Questi possono includere diverse variabili:

  • Temperatura

Calcolare attentamente la temperatura. Sia il nastro che la superficie sono almeno 18ºC?

La viscosità del nastro adesivo dipende molto dalla temperatura e più le condizioni sono fredde, più il legame sarà scadente. Se devi lavorare a temperature più basse, usa un nastro adesivo appositamente progettato per i climi più freddi.

 

  • Superficie

La superficie è pulita? Tracce di polvere, sporco, grasso e persino la minima traccia di umidità contamineranno la superficie adesiva e fungeranno da barriera tra i due.

Per preparare al meglio la superficie, lavala rapidamente con alcool e asciugala con un panno pulito.

 

  • Uniformità

Il tipico nastro adesivo ha uno strato di adesivo liscio molto sottile e piatto.

Anche la tua superficie è piatta e liscia, in modo che i due possano entrare in contatto uniformemente l’uno con l’altro?

Se la tua superficie è ruvida e piena di micro “colline e valli”, il nastro può entrare in contatto solo nei punti più alti, il che si tradurrà in un legame debole.

Con una superficie moderatamente ruvida, avrai bisogno di un nastro con un adesivo molto più spesso in grado di riempire queste valli, fornendo così un notevole miglioramento nel contatto.

 

  • Chimica

La superficie su cui stai lavorando è in plastica o altro materiale?

È coperto di vernice o di un altro rivestimento che ha un’adesione naturalmente bassa o addirittura una qualità di rilascio?

Il normale nastro adesivo non si attaccherà alle superfici cerate, al Teflon® o al silicone e avrà persino difficoltà ad aderire al polietilene.

Aiuterà un nastro molto appiccicoso.

Come ultima risorsa, potrebbe essere necessario modificare il carattere della superficie per ottenere un nastro adesivo su di esso. Ciò potrebbe significare irruvidirlo con un abrasivo o addirittura trattarlo con una mano di fondo compatibile con la superficie e l’adesivo.

 

Ordina il tuo nastro adesivo dagli esperti del nastro adesivo!

Printepe mette in campo i sui 30 anni di esperienza per soddisfare ogni tua richiesta!

Clicca sulla foto per ordinare onlie:

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!

Condividi su facebook
Condividi su Facebook
Condividi su twitter
Condividi su Twitter
Condividi su linkedin
Condividi su Linkdin
Condividi su pinterest
Condividi su Pinterest

Lasciaci un commento :)